Teacher Education

Il presente progetto formativo nasce dal desiderio di offrire una valida proposta in ambito musicale agli insegnanti Scuole di ogni ordine e grado, educatori e musicisti che lavorano in contesti educativi di varia natura.

Riguardo agli insegnati generalisti, recenti ricerche hanno evidenziato come la musica sia proprio la materia nell’insegnamento della quale i docenti  si sentano maggiormente a disagio. Ciò dipende da numerose cause, prima fra tutte una formazione musicale superficiale e poco approfondita del personale docente nell’ambito degli studi universitari italiani.  A ciò si somma la convinzione, molto diffusa in Italia, che per considerarsi musicisti e musicali si debba avere alle spalle  necessariamente un percorso di formazione accademico. E’ normale dunque che l’insegnante generalista, obbligato dall’ordinamento scolastico ad insegnare anche musica, si senta in difficoltà e sempre inadeguato. Ne consegue spesso una limitata attività musicale nel corso dell'anno scolastico ed il ricorso, quando possibile, all’aiuto di un operatore esterno specializzato. Se il ricorso allo specialista è sempre auspicabile, i costanti tagli e le ristrettezze economiche portano a limitare sempre più la presenza dello stesso nella vita scolastica. Ne consegue dunque che spesso, nel corso dell’anno, l’attività musicale di una classe si riduca ad una decina di incontri.

 

Considerato quanto detto, l’obiettivo ultimo delle mie proposte formative è quello di offrire agli insegnati generalisti e agli educatori, figure professionali con una grande esperienza di insegnamento alle spalle, spunti operativi, strumenti e pratiche metodologiche che, nel corso del tempo, li aiutino ad acquisire fiducia nella propria musicalità ed una certa autonomia. Musicisti ed educatori musicali potranno d'altra parte approfondire la loro conoscenza dell'Orff-Schulwerk e far propri nuovi spunti metodologici e suggestioni artistiche.

Proposte formative:
  • L’Orff-Schulwerk e la musica elementare: una visione antropologica del far musica. Definizione delle competenze musicali da sviluppare nella fascia di età interessata con riferimento alle indicazioni ministeriali. Possibili applicazioni rispetto a una programmazione fondata sull’interdisciplinarità e l' ideazione di attività multi-modali (materiali, strategie didattiche e modalità di conduzione della lezione).

  • Musica 0-6. E’ scientificamente provato come il fare musica fin dalla nascita aiuti il bambino a crescere in maniera armonica sotto molteplici punti di vista: senso motorio, linguistico, emotivo e relazionale. Il seminario ha l’obiettivo di evidenziare come la metodologia Orff-Schulwerk, grazie all’integrazione di movimento espressivo, voce, utilizzo degli strumenti musicali e di altri media quali per esempio gli albi illustrati, rappresenti un’eccellente riferimento per musicisti che lavorano con i piccolissimi come anche per educatori del nido e insegnanti della scuola dell’Infanzia. Non mancheranno riferimenti alla Music Learning Theory elaborata dal E. E. Gordon, metodologia di riferimento per la fascia 0-6 anni. Canti, filastrocche e danze da tutto il mondo rappresenteranno il punto di partenza per attività che prevedono l’integrazione di diversi linguaggi.

  • Creatività in classe: integriamo le arti! Creatività, sviluppo del pensiero critico e capacità di lavorare in gruppo sono considerati gli attributi necessari per affrontare con successo le sfide del XXI secolo. Ciò vale sia per gli studenti che per noi educatori che ci troviamo a vivere quotidianamente situazioni che richiedo immaginazione, apertura al nuovo e spirito di adattamento. I vari linguaggio artistici e e la combinazione degli stessi ci offrono campi esperienziali straordinari che ci aprono molteplici nuovi punti di vista su di un mondo in continua evoluzione. Più nel dettaglio, nel corso degli incontri verranno proposti percorsi creativi tra parola, musica, movimento e arti visive.

 

 

 

E' inoltre possibile progettare su richiesta percorsi formativi ad hoc.

Per maggiori informazioni